Ogni libro è un progetto 

che nasce da una domanda 

dal desiderio di capire 

e di condividere pensieri e riflessioni.

Loredana Paradiso

La progettazione educativa e sociale

Il volume presenta un modello teorico e metodologico di progettazione in grado di guidare e monitorare il lavoro educativo e sociale di educatori, assistenti sociali, coordinatori dei servizi socio-educativi. L’obiettivo è quello di riconoscere l’importanza strategica della progettazione e dare valore alla competenza progettuale di quanti operano nei vari settori di intervento socio-educativo. Nella prima parte viene presentato il sapere progettuale, inteso come storia dell’evoluzione dei servizi socio-educativi, definizione della programmazione e realizzazione delle attuali politiche sociali, analisi dei principali modelli teorici di progettazione. La seconda parte del libro affronta il sapere metodologico, distinguendo il ciclo della progettazione e il ciclo di vita del progetto e delineandone le varie fasi: identificazione dei destinatari, analisi dei bisogni, focalizzazione del problema e osservazione del contesto, classificazione del progetto, definizione dell’idea progettuale e delle finalità, obiettivi e risultati, scelta della tipologia di intervento, messa a punto del piano di lavoro, sistema di valutazione e documentazione.

Il modello  proposto concepisce la progettazione educativa

 e sociale come due aspetti strettamente integrati: 

il lavoro educativo non può esistere al di fuori 

del lavoro sociale e viceversa. 

La progettazione educativa è definita 

come un Sistema aperto che si compone   

dal CICLO DELLA PROGETTAZIONE e DAL CICLO DEL PROGETTO 

Adottiamo un figlio

Guida pratica per i genitori 

Qual è il percorso per adottare un figlio? Quali sono le caratteristiche della famiglia adottiva? Cosa è importante sapere del mondo dell'adozione? Come prepararsi ai colloqui con gli operatori? Quali sono le caratteristiche dell'adozione oggi? Come si costruisce la relazione genitori e figli? Una guida preziosa per chi desidera avvicinarsi all'adozione con consapevolezza e serenità, per prepararsi al confronto con gli operatori psico-sociali, per conoscere le peculiarità della famiglia adottiva nella convinzione del valore di questa esperienza familiare.

LA GUIDA PRATICA ACCOMPAGNA I GENITORI ALLA COMPRENSIONE DEL MONDO  DELL'ADOZIONE ATTRAVERSANDO I TEMI PIU' RILEVANTI DELLA GENITORIALITA' E FILIALITA' ADOTTIVA.
UNA GUIDA  CHE SI PRESTA PER ESSERE CONSULTATA IN FUNZIONE DEI BISOGNI.

Prepararsi all'adozione

Il percorso formativo personale e di coppia per adottare un figlio 

In questa nuova edizione di "Prepararsi all'adozione" si  propone un modello di formazione della famiglia adottiva basato sull'adattamento positivo del bambino e sul benessere familiare. La prospettiva scelta privilegia una lettura orientata ai fattori protettivi e alle peculiarità educative delle relazioni familiari adottive. Il modello di formazione proposto accoglie le premesse teoriche dell'educazione familiare integrando una prospettiva educativo-pedagogica e psico-sociale della genitorialità e del percorso familiare adottivo. Nello stesso tempo supera una concezione psico-patologica dell'adozione per concentrare l'attenzione sul valore tras-formativo dell'adozione. L'obiettivo è quello di offrire agli operatori un modello teorico e metodologico per progettare i percorsi di formazione e di sostegno alla famiglia adottiva e, nel contempo, un itinerario di auto-formazione per le persone che si avvicinano al progetto adottivo.

4 EDIZIONI DAL 1999 E DUE RISTAMPE

PREPARARSI ALL'ADOZIONE E' STATO IL PRIMO LIBRO SULLA FORMAZIONE DELLE FAMIGLIE ADOTTIVE. I CONTENUTI INNOVATIVI DEL LIBRO SONO DIVENTATI OGGETTO DELLA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI NELL'AMBITO DELLA FORMAZIONE DELL'ISTITUTO INNOCENTI DI FIRENZE NEL 2001-2002. 
IN PARTICOLARE I CONCETTI CHIAVE SONO STATI LA SPECIFICITA' DEL CICLO DI VITA DELLA  FAMIGLIA ADOTTIVA, GLI EVENTI CRITICI COME L'INTEGRAZIONE DELLE DIVERSE STORIE FAMIGLIARI, LA NARRAZIONE E LA ELABORAZIONE DELL'ESPERIENZA TRAUMATICA PER IL BAMBINO E LA FAMIGLIA.  

Nonni Adottivi 

L'adozione raccontata ai nonni 

I nonni, da sempre, sono una parte importante della famiglia. Essere nonni adottivi, infatti, non significa accogliere soltanto un nipote, ma anche aiutare i propri figli in questo progetto, sin dai primi momenti del percorso adottivo. Ma cosa vuol dire essere nonni adottivi? Quali sono i momenti più importanti del viaggio dell'adozione?

IL RUOLO DEI NONNI NELL'ADOZIONE

 Il libro risponde a queste domande attraverso le parole di un bambino che scrive e racconta ai suoi futuri nonni il mondo e il cammino dell'adozione, passo dopo passo. Infatti, si sofferma su alcuni aspetti essenziali dell'essere nonni adottivi come l'accoglienza di un nipote che arriva da lontano, come parlare dell'adozione, cosa significa cambiare famiglia, ma anche cosa significa sostenere i propri figli nel ruolo di genitori. È un testo semplice, immediato che intende essere uno strumento di conoscenza e di riflessione per la famiglia adottiva e per le persone che si prenderanno cura del bambino.

Narrazioni familiari.

 Il ruolo di insegnanti, operatori, genitori.

Il libro presenta un modello psico-pedagogico e di lavoro sociale per l'accompagnamento del bambino e della famiglia adottiva nel percorso di narrazione familiare, dalla fase della tutela del minore nel momento della separazione/perdita dalla famiglia di nascita alla fase dell'abbinamento, dell'incontro della famiglia e della formazione dei legami familiari. A partire dalla comprensione del valore della narrazione come processo costitutivo delle relazioni familiari e dell'identità del bambino si presentano gli strumenti plico-socio-pedagogici e gli snodi narrativi determinanti per la formazione dell'appartenenza familiare. Libro della storia della vita. Il testo si conclude con una riflessione sul tema del diritto alle informazioni sulla propria storia e all'etica della narrazione presentando un modello di Buone prassi per l'accesso alle informazioni che si ispira al principio del "best interest(s) of child". Prefazione di Barbara Ongari.

La nostro storia ..l'origine della nostra identità

Un itinerario per comprendere   le modalità e le parole per raccontare la separazione dalla famiglia di nascita, le esperienze di maltrattamento e di abuso, gli strumenti per dar voce ai ricordi e alle emozioni del bambino, le fasi del racconto adottivo in funzione dell'età, da zero a tre anni, dai tre ai sei anni, dai sette ai dodici anni, nell'adolescenza e nell'età adulta. In questo modello il lavoro degli operatori sociali e dei genitori si affianca a quello degli insegnanti chiamati a progettare proposte didattiche e laboratori per raccontare la propria storia di vita: dai laboratori ludico-espressivi, al gioco simbolico, ai laboratori con la sabbia, all'espressione grafica, sino alla progettazione e realizzazione del Libro della storia della vita. Il testo si conclude con una riflessione sul tema del diritto alle informazioni sulla propria storia e all'etica della narrazione presentando un modello di Buone prassi per l'accesso alle informazioni che si ispira al principio del "best interest(s) of child".