Filosofia e  sviluppo del sé 

 

Ogni  persona nel suo percorso di vita vive esperienze, situazioni che determinano   il  modo di vedere e interpretare la realtà e che a sua volta influenza la qualità della vita e il benessere personale.  Il  disagio, così come il benessere,  è influenzato dalla visione del mondo ( Weltanshaung)  che rappresenta  l'elemento attorno a cui si sviluppa la nostra vita.    

Costantemente l'individuo si confronta e interroga su temi  fondanti l'esperienza umana quali il senso della vita, del piacere, della sofferenza, della solitudine, dei rapporti,  della malattia, della morte   che  possono trasformarsi in situazioni critiche ed anche di sofferenza se non trovano uno spazio di confronto e di dialogo critico finalizzato all'ampliamento della visione del mondo. Sono  i pensieri attorno a cui si sviluppano i valori, le aspettative,  i progetti personali che determinano il nostro benessere e la qualità della nostra vita  professionale, famigliare e relazionale. 

In questi casi  il lavoro  con la persona ha l'obiettivo  di accompagnare la persona  a decodificare la propria visione del mondo ed in particolare  i  pensieri, gli  assunti, i  valori  che sostengono l'agire quotidiano e che spesso sono l' espressione delle difficoltà che incontra.

In questi casi   il disagio  è  una situazione di  disequilibrio esistenziale che può essere affrontato in modo positivo attraverso la riflessione, il dialogo critico  e la ricerca personale sul se stessi e sul rapporto tra il sé e l'altro.  

Il dialogo socratico e la narrazione di sé   sono gli  strumenti  attraverso cui si inizia  il confronto su un tema, una situazione, una domanda o un dubbio per arrivare attraverso un percorso di ricerca e di confronto a confutare, costruire, ristrutturare  le premesse teoriche, valutazioni, visioni del mondo, di sé e dell'altro.